Contemplazione

Home Informazioni Galleria fotografica Links Commenti

 

Temi                      

Contemplare l'Eterno

Momenti di vita 1

Momenti di vita 2

Linee e forme

Paesaggi 1

Paesaggi 2

Particolari

La strada di Jonathan

 

Foto altri luoghi

Fotografi amici

Chiese - Churches

 

Usato - Used

 

   

©  Ashaswili: romanzo a sfondo teologico di Leandro Diletti

©  Copertina e immagine elaborate da Leandro Diletti

 

Alcuni Commenti e recensioni

 

A Leandro Diletti, Ashaswili

     Rifiuto il termine tecnico di recensione, preferendole quello più aperto di riflessione, così come trovo inopportuno iniziare a parlare di intreccio/tessuto narrativo/sequenze/stilemi. Nel diradarsi di ogni nuvolaglia formalistica, trovo la prima parola che sento giusta e sincera, cioè “grazie”: grazie di avermi fatto leggere ciò che hai faticosamente partorito, in un travaglio del corpo e della mente che forse nelle parole si sono meglio riconosciuti e sublimati; grazie di avermi fatto passare alcune ore arricchendole di varia intensità e di pensieri per me inconsueti o solo sfiorati dalla mente vagabonda; grazie per aver trovato parole utili a tutti, anche per me, disperso tra le scorciatoie del pensiero debole nel confronto impari con una coscienza severa e intransigente; grazie per il coraggio che hai avuto, parlando di te in una rielaborazione autobiografica capace di liberarsi dalle zavorre del vissuto e aperta agli slanci di una vita o di più vite possibili; grazie per il gusto agrodolce dell’amore che hai saputo distillare in ogni parola del tuo libro.

Con stima, prof. Massimo Scarponi di Monteprandone (AP), (16 giugno 2018)

_____________________________________________________

 

Carissimo Leandro ("padre" Leandro?),

     ho letto "Ashaswili", senza pregiudizi, né positivi (l'amicizia con l'autore può offuscare la vista), né tanto meno negativi (quelle cose che scrivi nella tua lettera). Semplicemente, ci ho (ri) trovato una umanità che - nel mio ricordo, nella mia mente - sovrappone le bellissime persone che ho conosciuto anni fa al paesaggio dolce e suadente delle Marche, dove ebbi persino la tentazione di fermarmi a vivere... Certo, per un non credente con tendenza al peccato come sono io, non è facile seguire le scelte di personaggi tutti votati al "sacrificio" in nome di una fede che guarda (troppo?) lontano, ma negli ultimi decenni della mia vita ho incrociato spesso la mia strada con esperienze religiose: ho avuto qualche responsabilità in un'associazione il cui presidente nazionale è un prete, e che prete..., ho diversi amici molto credenti. Ho fraternizzato con l'amico Enzo Pezzino, medico in pensione ed attivista di Pax Christi, il quale sostiene (oltre al fatto che io sarei credente mio malgrado) che forse la bontà consiste nel fare per gli altri le cose che non ci andrebbe di fare..., che è almeno in parte l'argomento del tuo libro... Come si intrecciano gli eventi, le persone, la Storia... Anche noi (io, Pezzino e le nostre mogli) abbiamo scritto un libro, sulla nostra esperienza di viaggio in Palestina, dove abbiamo incontrato testimoni di vario tipo (preti cattolici, arabi cristiani, intellettuali ebrei dissidenti, abitanti di campi profughi...) ed abbiamo sentito il dovere di restituire le emozioni e le informazioni ricevute con la testimonianza dell'oppressione israeliana sul popolo palestinese.

Che dirti? Leggere il libro, ritrovare - sia pure trasfigurate nella finzione (più vera del vero?) - persone che mi sono care (come sta "il lanzichenecco"?), mi ha fatto venire una gran voglia di rivedervi tutti. Prima o poi accadrà. E sarà un bel giorno.

Un grande abbraccio,

Giuseppe (per gli amici: Straz - prof. Strazzulla Giuseppe) - Aci Bonaccorsi, Catania  (11-05-2018)

____________________________________________________________

    

     Non so da dove cominciare. E' scritto bene e capisco che non sia stato facile per la complessità degli stati d'animo, degli avvenimenti e delle situazioni, decisamente atipiche, utopistiche e surreali. Hai voluto in modo utopico coniugare l'amore carnale, quello di fede, il dolore del mondo, l'ecumenismo, la supremazia dell'amore in Cristo sulle regole comportamentali. Sarebbe importante sapere che ne pensa la Badessa del convento. Non lo trovare riduttivo, ma la parte descrittiva che ho apprezzato in particolare è quella di pag. 72... . Per un amplesso così mi sarei fatto monaco. Complimenti!!!

prof. Divo Palanca - San Benedetto del Tronto (01-04-2018)

_______________________________________________________

 

     ..... Provo a dirti cosa ne penso:

     Intanto hai fatto un lavoro immane, non c'è un errore o una esitazione; non è un libro semplice neanche per la storia.

     A mio parere la parte ancora più bella è quella iniziale fino all'arrivo di Leandro in Persia, forse perché è piena di speranze per il futuro e certamente è la parte più solare, quindi meno triste. Congratulazioni per l'opera. Con affetto, Elio.

Dott. Elio Donati da Matelica - Fano (27-04-2018)

____________________________________________________________

 

     Grazie Leandro Diletti, un libro che ho letto in tre giorni. Fantastico. Un libro che ti prende ed emoziona per la sua narrazione fluida e intrigante,... coinvolgente e inaspettata. Dove la forza e l'amore, spirituale e terrena, sono i protagonisti. Bellissimocomplimenti!

Dott.ssa Maria Cristina Mosciatti di Matelica, zona Braccano (11-07-2018)

____________________________________________________________

 

     Consiglio questo bel libro scritto con passione e competenza.

Dott. Piermassimo Paloni - Matelica (11-7-2018)

___________________________________________________________________

 

     Bella la foto del laghetto in Patagonia, della spagnola Maria Micaela Toala, che hai messo su Facebook. Bella proprio come il tuo libro: profondo e ostico nella lettura ma ricco di spiritualità ed intimismo. Lo sviluppo della vicenda umana è troppo sovrastato dal sacrificio e mi ha lasciato male. Io sono fondamentalmente un' edonistica. Comunque complimenti!!

prof.ssa Alessandra Brancaccio - San Benedetto del Tronto (10-07-2018)

____________________________________________________________