La strada di Jonathan

Home Informazioni Galleria fotografica Links Commenti

 

Temi                      

Contemplare l'Eterno

Momenti di vita 1

Momenti di vita 2

Linee e forme

Paesaggi 1

Paesaggi 2

Particolari

La strada di Jonathan

 

Foto altri luoghi

Fotografi amici

Chiese - Churches

 

Usato - Used

 

indietro    avanti

 

Dalla strada di Jonathan: uscita per la pesca

Molo Sud di S.Benedetto Tr:

Monumento al gabbiano di Mario Lupo

 

Emanuele Romani Traduzione della poesia in dialetto:

Guarda il mare/quando c' la bonaccia:/ un sogno, ti sorride,/ bello come un pescatore/che ritorna contento con le reti piene/da una fanciulla innamorata./Guarda il mare/quando c' la burrasca:/ come uno scellerato/che solo per farti soffrire/ ti fa i dispetti./Guarda il mare/quando scuro:/ come quelle madri/che aspettavano i figli/sulla spiaggia./Guarda il mare/cos come stai:/in mezzo alle onde/sei tu a fare la bonaccia,/sei tu a fare la burrasca,/sei tu a fare lo scuro,/perch il mare/ce lo abbiamo tutti dentro al cuore.

 

Poesia, in dialetto sambenedettese 

(1 classificata "Ascoli-Fermo"),

di Emanuele Romani

"Dentr'a lu cre"

Uarda lu mare

quanne ce sta la bbunazze:

j 'nu sugne, te serrede,

j bbille comme nu marenare

ch'arev cuntinte 'nghe le rte pine

da 'na fantelle 'nnammurate.

 

Uarda lu mare

quanne ce sta la burrasche:

j comme nu mmalamente

che joste pe fatte suffr

te fa ij despitte.

 

Uarda lu mare

quann'j scure:

j comme 'lle matre

ch'aspetti ij fije

j la marene.

 

Uarda lu mare

ccusc comme st:

mmizz'all' onne

sci ttu a ff la bbunazze,

sci ttu a ff la burrasche,

sci ttu a ff lu scure,

precch lu mare

lu teneme totte dentr'a lu cre!